Big Game Anzio Nettuno

Big Game Anzio Nettuno

TEAM PELAGIC

Team Palagicus imbarcazione team pelagicus

 

TEAM MAGIC TUNA

Imbarcazione Team Magic Tuna team Magic Tuna

 

Ottima prestazione della compagine biancoceleste al trofeo BIG GAME ANZIO NETTUNO dove la SS Lazio Pesca Sportiva era presente con due equipaggi contro oltre 30 imbarcazioni provenienti da tutto il Tirreno con angler espertissimi. Risultati ancor più eclatanti se si considera che la prima giornata di gara, caratterizzata da condizioni marine al limite, si era conclusa con un nulla di fatto; il team Magic Tuna, capitanato da Marco Fortini, comunicava anche uno strike ma purtroppo non riusciva a portare a buon fine il combattimento per la slamatura di un tonno di discrete dimensioni che gli avrebbe permesso un bel salto in classifica, sorte avversa anche per l’equipaggio Pelagic Team, sotto la guida di Fabio Salvucci, che ritornava in porto senza nessuno strike. Il morale non è ovviamente altissimo, ma la classifica abbastanza corta lascia aperti ancora alcuni spiragli di piazzamento, serve un mezzo miracolo nella seconda giornata ma i nostri atleti riprendono il mare determinati a dare battaglia. E’ il Pelagic Team a dichiarare il primo strike di giornata, il pesce ha abboccato sulla Sea Eagle, la canna creata proprio per il team SS Lazio dal builder Paolo Sciascia (membro dell’equipaggio di Salvucci) ed è proprio Capitan Salvucci a portare a termine magistralmente il combattimento con tag e rilascio di un tonno di buone dimensioni che riapre le speranze per un buon piazzamento, subito dopo è la volta del Magic Tuna ed anche in questo caso il combattimento viene portato a termine da Capitan Fortini, la classifica si muove e se il buongiorno si vede dal mattino…
Una volta ripristinato da Maurizio Tirocchi il terminale sulla Sea Eagle è di nuovo Capitan Salvucci a filare l’esca in acqua, poche bracciate prima di sentire un fremito sulla lenza, un altro tonno è tornato a farci visita, la fuga è prepotente, e basta uno sguardo fra i membri dell’equipaggio per comunicare la medesima sensazione: è grosso, ci sarà da sudare. Affronta il combattimento Stefano Rizzoli, fughe continue, improvvisi vuoti di lenza, ripartenze e cambi di direzione indicano che si tratta di un pesce esperto, probabilmente già allamato in precedenza, proprio quello che servirebbe per balzare nella zona alta della classifica. Il combattimento si protrae per oltre un’ora al termine della quale Rizzoli riesce ad aver ragione di uno splendido esemplare che, dopo aver ricevuto il consueto tag, viene rilasciato e riconquista velocemente il fondo. La concitazione del combattimento non ha permesso al Pelagic Team di restare aggiornato sull’andamento della gara, non si riescono a fare previsioni sulla situazione in classifica, la speranza è quella di riuscire ad arrivare a podio. La giornata volge al termine senza ulteriori catture e si rientra in porto pieni di speranza in attesa della classifica ufficiale che arriva dopo poco: ottima quattordicesima posizione per il Magic Tuna ed un fantastico secondo posto per il Pelagic Team che porta la bandiera biancoceleste sul podio. Si sono rivelati importantissimi ai fini della classifica i punti aggiuntivi per i tag effettuati che hanno permesso alla SS Lazio Pesca di scavalcare il team terzo classificato che aveva lo stesso punteggio.
Ed ora,dopo l’enorme soddisfazione per i piazzamenti ottenuti contro avversari di tutto rispetto, i team SS Lazio Pesca Sportiva continuano a guardare avanti, verso il campionato provinciale che si svolgerà a breve.
Premi big game anzio nettuno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *